Verdi 2001 : atti del Convegno internazionale = proceedings of the International conference : Parma, New York, New Haven 24 gennaio-1 febbraio 2001 I

GEN. 205 150.1

 

  • DE MARTINO (P. P.), Verdi nelle parafrasi pianistiche dell’800, pp.145-158

    ● SANGUINET (E.), Il realismo di Verdi, pp.3-23

    ● MENGALDO (P. V.), Sullo stile dell’epistolario di Verdi, pp.24-59

    ● DE VAN (G.), Risposta a Pier Vinceno Mengaldo, pp.51-67

    ● PORRIS (H.), Verdi meets Bellini, pp.69-81

    ● STAFFIERI (G.), Il gioco di specchi di Rigoletto: Hugo, Meyerbeer, Verdi, pp.83-99

    ● RAMPOLDI (A.), Giuseppe Verdi e Alberto Mazzucato: il musicista e il musicologo, pp.101-109

    ● CAPRA (M.), Verdi e la critica musicale di estrazione letteraria: il caso di Carlo Collodi, pp.109-122

    ● SWALL (M.), Viva V.E.R.D.I., pp.123-131

    RELAZIONI LIBERE: LA DIFFUSIONE DI VERDI NELL’800

    ● CARLINI (A.), La banda, strumento primario di divulgazione delle opere verdine nell’Italia rurale dell’800, pp.135-143

    ● SELLER (F.), Verdi e l’editoria musicale a Napoli nell’800, pp.159-169

    IL COMPOSITORE

    ● IZZO (F.), I cantanti e la recitazione di Verdi nell’800, pp.173-187

    VERDI NELLA STORIA D’ITALIA

    ● PROCACCI (G.), Verdi nella storia d’Italia, pp.191-204

  • BIANCONI (L.), Risposta a Giuliano Procacci, pp.205-216

    ●n CASTELVECCHI (S.), Verdi per la storia d’Italia, pp.217-221

    ● RESSELLI (J.), Risposta a Giuliano Procacci, pp.223-226

    TEORIE E STRATEGIE COMPOSITIVE

    ● SCARAMUZZA (G.), Il tema del brutto nell’universo culturale verdiano, pp.229-240

    ● BEGHELLI (M.), L’emblema melodrammatico del lamento: il semitono dolente, pp.241-280

    ● GREENWALD (H. M.), Decoding Verdi’s comic vision, pp.281-291

VERDI NELLA CULTURA TEDESCA DEL 900

  • KREUZER (G.), Aspects of Verdi reception in the third Reich, pp.295-306

    ● MARICA (M.), Verdi e la zeitoper, pp.307-327

    VERDI NELLA PRASSI ESECUTIVA DEL 900

    ● FAIRTILE (L. B.), The works of Giuseppe Verdi, pp.331-337

  • JESURUM (O.), L’aspetto visivo delle opere di Verdi, pp.339-349

IL PENSIERO DI VERDI SULL’INTERPRETAZIONE

● CONATI (M.), Se l’opera è di ghetto, l’idea è una, pp.353-384

● DOHRING (S.), L’evoluzione di Verdi come drammaturgo musicale, pp.385-392

● GERHARD (A.), La concezione del tempo e dello spazio in Verdi, pp.393-397