SEICENTO INESPLORATO L’EVENTO MUSICALE TRA PRASSI E STILE: UN MODELLO DI INTERDIPENDENZA

GEN 205.117

 

  • BRAUN W., Scherzo e scherzando: alcune annotazioni sullo stile concertante, pp. 11-18

 

  • ALLSOP P., Le Simfonie a3 di Carlo Ambrogio Lonati, pp. 21-43

 

  • GIBELLI V., La musica strumentale di Biagio Marini, pp. 47-52

 

  • PERZ M., Le canzoni di Cesare Borgo nell’intavolatura di Pelplin, pp. 55-64

 

  • COSTANTINI D., MAGAUDDA A., Feste e cerimonie con musica nello Stato di Milano nel sec. XVII, pp. 67-93

 

  • FERRARI-BARASSI E., Il “far musica” in alcune raffigurazioni lombardo-padane del primo Seicento, pp. 97-125

 

  • GAMBASSI O., Vita artistica dell’Accademia Filarmonica di Bologna: l’annuale festa del Santo protettore S. Antonio da Padova, pp. 129-184

 

  • BOUQUET-BOYER M.-T., La scuola piemontese e la Francia nel secolo XVII. Influenze e affinità, pp. 187-199

 

  • BLAZEY D., Carlo Maria Fagnani’s Anthology of Motetti Sagri a Voce Sola con Instrumenti (Bologna, 1695), pp. 203-255

 

  • KURTZMAN J., What Makes Claudio Divine? Criteria for Analysis of Monteverdi’s large-scale Concertato Style, pp. 259-302

 

  • ROCHE J., On the border between motet and spiritual madrigal: early 17th-century books that mix motets and vernacular settings, pp. 305-317

 

  • DIXON G., Giovanni Amigone, un cantore Lombardo del Seicento e il suo metodo didattico, pp. 321-338

 

  • CARACI VELA M., Lamento polifonico e lamento monodico da camera all’inizio del Seicento: affinità stilistiche e reciprocità di influssi, pp. 341-383

 

  • SUESS J. G., The Instrumental Music Manuscripts of Giuseppe Colombi of Modena: A Preliminary Report on the Non-Dance Music for Solo Violin or Violone, pp. 387-409

 

  • MIOLI P., Dal 1649 al 1677: Arie, Cantate e Canzonette nell’opera di Maurizio Cazzati, pp. 413-423

 

  • PASSADORE F., «Ardo sì, ma non t’amo». Fortuna di un testo cinquecentesco in area lombardo-padana nel Seicento, pp. 427-479

 

  • LUISI F., «Il carro di Madama Lucia et una serenata in lingua lombarda» – Note sull’attribuzione definitiva a Giovanni Battista Fasolo, pp. 483-496

 

  • DI LUCA C., Pio Enea II Obizzi promotore di spettacoli musicali fra Padova e Ferrara, 499-508

 

  • DUBOWY N., Pollaiolo e Ziani a Verona. Annotazioni in margine a tre partiture ritrovate, pp. 511-535

 

  • RIGOLI P., L’esordio dell’opera a Verona (1651), pp. 539-558

 

  • EMANS R., Giovanni Legrenzis Oper “Eteocle e Polinice” in der Bearbeitung Antonio Giannettinis. Ein Beitrag zum musikästhetischen Entiwicklung der Aria, pp. 561-590

 

  • LUPPI A., La metafora musicale nelle “Dicerie sacre” di Giovanni Battista Marino, pp. 593-612
Annunci