La scuola policorale romana del Sei-Settecento : atti del Convegno internazionale di studi in memoria di Laurence Feininger : Trento, Castello del Buonconsiglio, Biblioteca Clesiana, 4-5 ottobre 1996

GEN. 205 254

 

● LUISI (F.),La scuola policorale romana del 600/700, sulla presenza di due aspetti stilistici nella seconda scuola romana, pp.11-20

● CURTI (D.), Laurence Feininger: le edizioni e gli studi sulla scuola policorale romana, pp.21-18

● GOZZI (M.), Un contributo inedito di Feininger: la scuola policorale romana, un tesoro trascurato di musica barocca, pp.29-40

____________________.__________________

● KIRKENDALE (W.), Prolusione, pp.41-42

● O’ REGAN (N.), Earlu roman polychoral music: origins and distinctiveness, pp.43-64

● WITZENMANN (W.), Marazzoli, Carissimi, Benevoli e la musica sacra romana del 600, pp.65-80

● MORCHE (G.), Die Missa sexdecim VOCIBUS CONCINENDA VON Antonio Maria Abbatini, pp.81-90

●  JANZ (B.), Tu es Petrus: Scarlatti e la tradizione della policoralità romana, pp.91-102

● LIONNET (J.), Les musiques polychorales romaines: problemes dìinterpretation, pp.103-118

● GMEINWIESER (S.), Aspetti dello stile policorale nelle opere di Ottavio Pitoni e Girolamo Chiti, pp.119-128

● DIXON (G.), Concertato alla romana and polychoral music in Rome, pp.129-134