Giovanni Paisiello e la cultura europea del suo tempo : convegno internazionale di studi, Taranto, 20-23 giugno 2002

GEN. 205 3

 

-GIOVANNI CARLI BALLOLA, L’ora di Paisiello, pp. 3-9

-GIUSEPPE GIARRIZZO, L’Europa di Giovanni Paisiello, pp. 11-19

-STEFANO GARZONIO, Poesia e musica in Russia al tempo di Paisiello, pp. 21-30

-BARTOLO ANGLANI, Un “barbiere” per l’Ancien Régime, pp. 31-54

-FRIEDRICH LIPPMANN, Paisiello e Rossini : appunti su “Il barbiere di Siviglia”, pp. 55-74

-MARINA MAYRHOFER, Morfologie e maniere nel tardo stile di Paisiello “I Pittagorici”, dramma in un atto solo di Vincenzo Monti, Napoli Teatro di San Carlo 19 marzo 1908, pp. 75-97

-PAOLO RUSSO, Fedra o Aricia? Le ragioni delle “cagioni episodiche”, pp. 99-126

-CECILIA CAMPA, Il musicista nelle rivoluzioni dei poteri : mutamenti e costanti nel codice celebrativo, pp. 127-142

-MICHèLE SAJOUS D’ORIA, Lo spettacolo della morte : i funerali per il generale Hoche con musiche di Cherubini, Gossec, Paisiello, pp. 143-150

-LUCIO TUFANO, “Nina o sia La pazza per amore” : note e osservazioni tra filologia e drammaturgia, pp. 151-178

-PAOLO GALLARATI, “Il re Teodoro in Venezia” tra melodramma e commedia, pp. 179-199

-ALESSANDRO LATTANZI, La genesi di un pasticcio : “Madama l’umorista” di Pietro Guglielmi e Giovanni Paisiello, pp. 201-229

-LORENZO MATTEI, Cori, Preghiere e Tempeste : sul ruolo melodrammaturgico del coro nell’ultimo Paisiello (“I Giuochi d’Agrigento”, “Andromaca”, “Proserpina”), pp. 231-274

-FRANCESCO PAOLO RUSSO, Paisiello e Vienna, pp. 275-286

-MILADA JONÁšOVÁ, Le opera di Paisiello a Praga. La ricerca nelle fonti in Boemia, a Dresda e a Vienna, pp. 287-330

-ANNARITA COLTURATO, Tra l’ ”Annibale in Torino” e “Il barbiere di Siviglia”. Opere di Giovanni Paisiello rappresentate al Teatro Carignano di Torino negli anni ’70 del Settecento, pp. 331-370

– ROBERTO SCOCCIMARRO, Gli autografi di due concerti per cembalo di Giovanni Paisiello rinvenuti nell’archivio musicale di Montecassino, pp. 371-396